dunk
  • ,
  • April 06, 2018, 22:30-04:00
  • Druso

Venerdì 6 Aprile 2018
@ Druso
(Via Antonio Locatelli 17 – Ranica, BG)

🔥🔥🔥 DUNK italian band live 🔥🔥🔥
✨ Guest: Le Capre a Sonagli ✨
Aftershow John Terrible DjSet

Apertura porte ore 21:00
Inizio concerti ore 22:30
Ingresso> 10 €
Prevendite > http://m.mailticket.it/evento/13333
Non è richiesta alcuna tessera

🎵

DUNK italian band è un esperimento in progress al limite della performance nato dall’incontro tra:

• Ettore Giuradei | voce, chitarra
• Marco Giuradei | tastiere, synth, cori
• Carmelo Pipitone (Marta sui Tubi, O.R.K.) | chitarre
• Luca Ferrari (Verdena) | batteria

Le nuove liriche di Ettore si sposano con una batteria corposa e materica, giri di chitarra che regalano sfumature inedite, tastiere che intessono la struttura profonda dei brani.

DUNK è ricerca di una forma, è lasciarsi alle spalle la canzone, è avanzare verso un’opera, dentro la meraviglia.

Il 12 gennaio 2018 esce l’omonimo album di debutto, per Woodworm Label. Un fortunato tour curato da Locusta Booking li sta portando in giro per la penisola: venerdì 6 Aprile toneranno a casa, per un incredibile live che infiammerà il DRUSO!

🎵

Ad accompagnare i DUNK nella loro serata bergamasca, dei guest di assoluto peso: Le Capre a Sonagli!

Nate nel 2011, Le Capre a Sonagli pubblicano il loro primo full lenght, “SADICAPRA” nel 2012, suscitando immediatamente l’interesse della stampa specializzata (RockIt, Repubblica XL).
Nominati per la categoria “miglior autoproduzione” al premio PIMI, il gruppo vince Arezzo Wave Lombardia e suona nel prestigioso festival omonimo.
A Marzo 2015 vede la luce “IL FAUNO”: un disco evocativo e sporco, tra blues incatramati e lo-fi; concept album che evoca sogni lisergici e narrazioni freak.
A luglio 2016 la band incrocia sul suo cammino Tommaso Colliva (Muse, Franz Ferdinand, Damon Albarn, Afterhours, Calibro35, Ministri), con cui registrano “CANNIBALE” (Woodworm/Audioglobe): un lavoro stoner folk nel quale storie e tematiche differenti vengono collegate dallo sguardo obliquo che, ormai, è la cifra distintiva del gruppo.